Gestione dati, i 5 principali trend nel 2019

Si parla di gestione dati ormai da molti anni.

Da GDPR e multi-cloud alla proliferazione di personalizzazioni fino a tutte le opportunità presentate dal mondo connesso. I dati, in ogni loro forma, rimangono una priorità per molte aziende.

Quest’ultimo blogpost esamina i cinque principali trend sui dati che stanno dominando il 2019 e ciò che sarà disponibile nei prossimi anni.

Trend uno: vivere in un mondo connesso

Non è difficile immaginare un mondo con ogni veicolo, elettrodomestico, sistema di intrattenimento, interruttore della luce, lista della spesa e persino vestiti connessi a internet. E quindi, connessi ai luoghi in cui lavoriamo, riposiamo e giochiamo.

Si stima che la persona media, a oggi, usi tre dispositivi intelligenti su base quotidiana. La tecnologia indossabile si è già infiltrata nella vita di tutti i giorni attraverso l’internet delle cose (IoT). Questo senza che nemmeno ci accorgessimo che i nostri big data personali fossero monitorati da qualcuno, situato da qualche parte.

Nel settore automobilistico, l’IoT sta avendo un grande impatto sia su sviluppo e progettazione dei veicoli che sull’attività delle flotte aziendali. I veicoli dei costruttori con connettività integrata sulla linea produttiva, ad esempio, stanno già uscendo dalla linea di produzione pronti per adottare Webfleet e NEXTFLEET. Dal punto di vista della gestione della flotta, i proprietari di questi veicoli possono quindi accedere alle applicazioni di Webfleet. Il che contribuisce a migliorare l’efficienza, la produttività e la sicurezza delle loro attività.

In tempi recenti, gli sviluppi della connettività hanno consentito alle aziende di beneficiare dell’integrazione fra i dati dei veicoli provenienti da piattaforme telematiche aperte e una varietà di differenti sistemi software e hardware portatili. Ciò ha condotto a una reazione a catena che ha portato a processi automatizzati completi e onnicomprensivi.

L’auto connessa del futuro non solo sarà a guida autonoma, ma diagnosticherà da sola se abbia bisogno di manutenzione, trasmettendo dati sugli errori e ordinando pezzi di ricambio. Senza che nessuno di noi debba nemmeno cercare online o prendere in mano un telefono.

Stiamo già vedendo i tecnici Webfleet specializzati sulle auto connesse, che adesso sono in grado di armonizzare dati provenienti da veicoli di più marche che utilizzavano soluzioni after-market o API sviluppate da terze parti. Un per l’uso da parte degli utenti

Il futuro della connettività automobilistica? Beh, potrebbe non passare molto tempo prima che le auto offrano un viaggio grazie al riconoscimento vocale, istintivamente e senza attese. E durante il viaggio, magari, le auto potranno diagnosticare un malanno attraverso i sensori integrati nei sedili, condividendo i risultati con il tuo medico di famiglia. E non appena i conducenti torneranno a casa, le luci dell’appartamento si accenderanno, il riscaldamento sarà impostato a una temperatura perfetta e il frigorifero sarà pieno, senza che debbano alzare un dito.

Trend due: renderlo personale

È dimostrato che la personalizzazione aumenta la fedeltà dei clienti e favorisce un aumento delle vendite. Le organizzazioni lungimiranti che finora non si sono fatte guidare dall’analisi dei dati si sposteranno rapidamente su piattaforme che consentano loro di ricevere e fornire con maggiore velocità e affidabilità comunicazioni ed esperienze altamente personalizzate e su misura.

Le piattaforme che forniscono risultati accurati e report con approfondimenti in tempo reale e visualizzazioni a 360 gradi dei clienti diventeranno la norma in termini di pianificazione, previsione ed efficienza operativa aziendale.

Una ricerca ha scoperto che l’80 %1 dei consumatori preferisce acquistare da aziende che offrono esperienze personalizzate, ma ciò è possibile solo con sistemi di gestione dei dati che hanno capacità di analisi accurate, sicure e flessibili. È ovvio che le comunicazioni non mirate e generiche spesso passino inosservate, siano inutilizzate e sottovalutate.

Per gestire il rapporto uno a uno è fondamentale la tecnologia che adotta dati geospaziali come indirizzi, percorsi delle mappe, tweet geotaggati, posizioni dei negozi o anche bollettini meteorologici.

Ad esempio, una società di logistica potrebbe utilizzare i dati geospaziali per organizzare la propria supply chain e condividere gli aggiornamenti relativi allo stato delle proprie flotte. Oppure, un rivenditore potrebbe prevedere i risultati delle vendite su base geografica e i requisiti per il rifornimento basandosi sulle previsioni meteorologiche.

Possiamo aspettarci che i dati geospaziali diventino sempre più raffinati: abbiamo visto questa tendenza in evoluzione illustrata, ad esempio, con la convergenza dei dati smart nell’ambito della telematica dei veicoli.

In un più ampio contesto di business intelligence, la personalizzazione e i dati geospaziali assicureranno sicuramente un migliore processo decisionale su tutta la linea, generando nuove opportunità di guadagno e una visione più accurata del futuro di un’azienda.

Trend tre: sicuro su cloud

I dati sono una delle risorse più preziose di un’azienda. Facilitano un’analisi più approfondita, migliori relazioni con i clienti e processi decisionali più smart. Ma le violazioni dei dati e il furto di dati sono attualmente tanto comuni quanto dannosi. Le aziende devono essere intelligenti nella gestione del volume di dati provenienti da diverse fonti e devono mantenerli sicuri.

Tra le soluzioni la cui popolarità sta crescendo sono incluse quelle basate su un’architettura ibrida e multi-cloud.

Il cloud ibrido offre memoria, sicurezza e accessibilità migliorate. Con l’aumento del lavoro da remoto e mobile è necessario l’accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7 alle applicazioni strategiche per l’azienda.

Altre motivazioni per l’adozione di un approccio cloud ibrido sono agilità e risparmi sui costi. Invece di dover investire in costose infrastrutture per resistere a danni durante l’uso del sistema, le aziende possono utilizzare i sistemi di cloud pubblico durante periodi di utilizzo intenso. Quasi come pagare a consumo la chiamata da un cellulare. Durante lo sviluppo e il test, il cloud ibrido offre anche un’attraente opzione di hosting per evitare tempi di inattività costosi e distruttivi.

Per gli utenti multicloud, l’arrivo delle prime reti 5G creerà nuove opportunità. Si potranno raccogliere, gestire, archiviare, analizzare, perfezionare e fornire report integrati basati su più dati che mai.

Trend quattro: gestione dei dati principali e “io”

Che provengano da operazioni sul campo, IT, marketing, vendite, finanza e servizio clienti, i dati sono fondamentali per l’efficienza di ciascuna funzione. La sfida per i gestori dei dati è quella di alimentare ogni unità aziendale con un’unica e arricchita fonte di informazioni rilevanti.

Dal punto di vista della flotta, le soluzioni avanzate di gestione del parco veicoli sono diventate sempre più intuitive e personalizzabili. Dispongono di suite di report e dashboard che forniscono informazioni altamente personalizzate e pertinenti agli utenti. Che questi appartengano ai dipartimenti della flotta, alle risorse umane, alle vendite o al settore finanza.

Altrove, molte aziende stanno cercando di implementare soluzioni di gestione dei dati master (MDM) per semplificare la crescente complessità e distribuzione dei dati.

L’uso crescente di tecnologie di conversazione come assistenti vocali basati su AI, chatbot o assistenti personali intelligenti è al centro dello sviluppo di MDM nel miglioramento continuo dell’esperienza del cliente.

Le capacità di conversazione intelligenti degli MDM svolgeranno sempre più un ruolo essenziale per ottenere maggiore accuratezza e disponibilità delle informazioni. E forniranno spunti immediati e panoramiche olistiche sui clienti e ritratti sullo stile di vita. Tuttavia, ci deve essere un allineamento con la necessità dei clienti di mantenere il controllo sul modo in cui i loro dati vengono utilizzati.

L’uso crescente di soluzioni per la gestione dati master multidominio può aiutare le aziende a scoprire nuove opportunità per prodotti o servizi e ad abbinarle a prospettive altamente mirate. Questo accelererebbe notevolmente i tempi per l’introduzione sul mercato e i relativi costi.

Queste importanti indicazioni fornite da questa immensa quantità di dati sono alla base della crescita e della trasformazione delle aziende. Queste ultime devono solo essere consapevoli del fatto che un numero maggiore di dati non significa sempre dati migliori.

Trend cinque: analisi dei dati rivolti al futuro

Ricordi quando negli anni ’90 hai detto di non aver bisogno di un telefono cellulare? Se la combinazione inarrestabile di dati e tecnologia ci insegna qualcosa, è che non bisogna mai dire mai.

L’analisi dei dati cambierà radicalmente e in modo irriconoscibile il nostro modo di vivere e condurre affari in futuro.

Le aziende impegnate ad abbracciare una cultura dati-centrica dovrebbero anche cercare di supportarla. E dovrebbero farlo con capacità di analisi dei dati per stare al passo con ciò che è noto o anche ciò che è attualmente sconosciuto.

Ciò determinerà un cambiamento esponenziale nelle opzioni di carriera: alcuni lavori potrebbero addirittura scomparire del tutto. Uno studio dell’Università di Oxford ha dimostrato che circa il 47% del totale degli impieghi per come li conosciamo è a rischio. Ad esempio, il lavoro di un contabile ha una probabilità del 94% di essere informatizzato entro 20 anni.

In base alla legge di Moore, si prevede che la potenza dei computer raddoppierà ogni due anni. Ciò significa che nei prossimi 30 anni tutti i nostri dispositivi e piattaforme dati diventeranno 32.768 volte più potenti. Rendendo possibile ciò che ora è impossibile.

1Ricerca Epsilon, 2018

Iscriviti al blog di Webfleet

Iscriviti per ricevere notizie e suggerimenti mensili per migliorare le prestazioni del tuo parco veicoli. Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Fornisci un indirizzo e-mail valido.
Scegliere il tipo di settore.

I tuoi dati personali sono al sicuro con noi. Consulta la nostra informativa sulla privacy per ulteriori dettagli.

Spiacenti, nessun risultato trovato.

Caricamento

Cerca nel blog

Gestione della flotta