Telematica per assistenza e manutenzione: scelta win-win

Nell’immaginario comune, la soddisfazione è appannaggio esclusivo del cliente. In nome di questa visione, spesso le aziende arrivano a mettere in forse i propri margini di guadagno e, quindi, la salute e il futuro dell’azienda stessa. Come può la telematica per assistenza e manutenzione venire in soccorso?

Telematica per assistenza e manutenzione: chi non bada alla reputazione è destinato alla sconfitta

Quello dell’assistenza e manutenzione è in assoluto uno dei settori a più alta competitività. In questo ambito la reputazione di un’azienda è un fattore determinante. Consente di attrarre nuovi clienti ma anche di tenersi ben stretti quelli acquisiti che, si badi, non smettono mai di guardarsi attorno.

Un servizio clienti efficiente e puntuale è uno degli elementi fondanti della reputazione aziendale: da esso dipende spesso il successo o il fallimento di un’attività.

Secondo una recente ricerca realizzata per Webfleet 1, infatti, i clienti delle aziende di assistenza e manutenzione risultano molto intransigenti per ciò che riguarda aspetti quali flessibilità e puntualità. Addirittura il 75% degli intervistati ritiene inaccettabile limitare a 4 ore la mattina o il pomeriggio la disponibilità per gli interventi. L’87% dei clienti lamenta di aver subito ritardi e il 73% aggiunge di non essere neanche stato avvisato.

Il risultato finale? Il 74% degli intervistati ha dichiarato di essersi rivolto a un’altra azienda di service e maintenance.

La telematica: tecnologia in soccorso dei lungimiranti

Le tecnologie per la gestione del parco veicoli rappresentano uno strumento fondamentale. Sono in grado di elevare sensibilmente e in breve tempo la qualità e l’efficienza dei servizi offerti da un’azienda. Pianificare gli spostamenti in maniera funzionale, razionalizzando nel contempo l’impiego dei lavoratori, abbatte drasticamente gli sprechi di tempo e di energie.

Ma come è possibile raggiungere risultati così immediati?

L’adozione di soluzioni come quelle offerte da Webfleet permette di sapere in anticipo i tempi esatti di percorrenza. Così si offre ai guidatori la migliore strada possibile e si pianificano in maniera funzionale gli interventi. Potendo combinare informazioni come tipologia di servizio, localizzazione e livello di priorità si sfruttano al massimo le potenzialità della propria flotta.

Inoltre, grazie alla possibilità di gestire i dati a livello bidirezionale, chi gestisce la flotta può contare costantemente su un quadro aggiornato della posizione e delle condizioni di operatività di ciascuno dei mezzi. Con queste informazioni, il fleet manager può decidere in tempo reale la migliore strategia da attuare in base alle necessità che si presentano in corso d’opera. In tal modo si è in grado di impiegare solo i mezzi che possono rispettare le tempistiche richieste dai clienti. In ogni caso, si riducono al minimo i disagi, mantenendo un efficiente livello di comunicazione e assistenza.

Meno stress per i driver, più efficienza per l’azienda

Oltre a offrire il fondamentale vantaggio del rispetto di tempi e necessità dei clienti, la telematica per assistenza e manutenzione rende meno stressante il lavoro dei driver. Questi ultimi, infatti, non dovendo comunicare costantemente con l’ufficio e, non dovendo necessariamente utilizzare il telefono cellulare, si potranno concentrare con maggiore attenzione e proficuità sulle proprie mansioni. Riducendo il rischio di incidenti e migliorando complessivamente anche la qualità della propria vita lavorativa.

Integrabilità, sostenibilità e servizi a misura di flotta (e di cliente)

Alcune soluzioni telematiche per il fleet management permettono di aumentare ulteriormente le potenzialità della flotta. In particolare quelle che riguardano la telematica per assistenza e manutenzione. Questo grazie alla possibilità di integrazione con prodotti di terze parti.

È il caso di WEBFLEET, la piattaforma per la gestione delle flotte di Webfleet, che dispone del più grande ecosistema di partner certificati sul mercato.

Grazie alla possibilità di integrazione, i driver e i fleet manager  possono, quindi, implementare gli strumenti più adatti alla loro attività. Ad esempio, è possibile collegare CRM e gestionali, sistemi di fatturazione e stampa in mobilità. Non solo: sono disponibili anche tool per il controllo dei parametri più disparati, tra cui il monitoraggio della temperatura a bordo.

Le possibilità offerte dalle soluzioni telematiche per la gestione delle flotte sono, insomma, davvero notevoli e molteplici. E valgono la pena di un approfondimento o di una prova gratuita  (clicca QUI), che potrebbero portare a una vera e propria svolta della propria attività di servizi e manutenzione. Un formidabile fattore di competitività che i clienti non tarderanno a riconoscere.


Studio indipendente condotto da Kantar TNS

Iscriviti al blog di Webfleet

Iscriviti per ricevere notizie e suggerimenti mensili per migliorare le prestazioni del tuo parco veicoli. Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.

Fornisci un indirizzo e-mail valido.
Scegliere il tipo di settore.

I tuoi dati personali sono al sicuro con noi. Consulta la nostra informativa sulla privacy per ulteriori dettagli.

Spiacenti, nessun risultato trovato.

Caricamento

Cerca nel blog

Gestione degli autisti